Caldaia non parte

Nel momento in cui la caldaia non parte e quindi non riusciamo ad avere l’acqua calda di cui abbiamo bisogno, la prima cosa da fare è quella di controllare se il dispositivo funziona o meno.
In base al tipo di generatore installato, sul display dovrebbe comparire un primo segale di malfunzionamento segnalato da una spia che lampeggia o da presenza di un determinato codice. Per sapere quale è il significato di questo codice, basta prendere il libretto della caldaia e controllare a cosa corrisponde ciò che vediamo.
In alcuni codici, sono facili da eliminare grazie ad un semplice reset della caldaia che può essere fatto da chiunque. Se invece il danno è più grave, è necessario contattare un professionista che saprà aiutarvi.

Controlla le varie forniture

Se sulla caldaia non appare nessun codice di errore, il problema potrebbe derivare dalla mancata alimentazione elettrica. Per controllare che questa sia presente, provate ad accendere gli interruttori di casa per verificare se la corrente ci sia o meno.
Se in casa si è verificato un’interruzione di corrente, questo potrebbe anche aver influito sulle impostazioni della caldaia.
Un’altra cosa da fare è controllare he ci sia il giusto approvvigionamento idrico che potrebbe causare la mancanza di acqua sia fredda che calda.
Infine, controlla che in casa arrivi il gas, facendo una prova con altri dispositivi tra cui il fornello della cucina.

I nostri numeri

0
Riparazione
0
Assistenza
0
sq.m
Installazione

Controlla le impostazioni della caldaia

Quando l’acqua calda non raggiunge i rubinetti, spesso il problema è nel generatore. A volte capita che le impostazioni potrebbero essere state cambiate per scaglio impostando la temperatura dell’acqua ad una temperatura troppo bassa.

La temperatura ideale per l’acqua sanitaria è compresa tra 45° e 55° mentre quella per il riscaldamento deve essere compresa tra 60° e 70°. Infine, l’acqua utilizzata negli impianti radianti a pavimento deve essere tra i 25° e i 35°.

Nelle caldaie di ultima generazione, la temperatura dell’acqua è controllata attraverso una sonda esterna. Questa può ance essere modificata manualmente attraverso l’utilizzo di un generatore. Regolare l’acqua di riscaldamento e quella sanitaria è molto importane in quanto di permette anche di risparmiare sulla bolletta.

Controllare la pressione dell’acqua calda

Se la pressione dell’acqua è troppo bassa, l’acqua calda potrebbe mancare proprio per questo motivo. Per essere impostata nel modo giusto, la pressione deve essere compresa tra 1,5 bar e 2,5 bar. Se il valore è inferiore, la caldaia si blocca automaticamente.

Controllare la presenza di perdite

Il malfunzionamento di tutto l’impianto potrebbe anche essere causato da una perdita d’acqua dovuta ad una caduta di pressione. Le perdite possono anche essere causati da problemi di umidità che, a lungo andare, potrebbero causare seri danni alla caldaia.

Per controllare la presenza di perdite, basta vedere se sulle pareti è presente della muffa: quasi indica la presenza di perdite d’acqua.

Nel caso in cui non riusciate a risolvere da soli questo tipo di problema, è necessario contattare un tecnico professionista che vi aiuterà a far ripartire l’acqua calda.

Centro Assistenza Autorizzato a Roma

Radiant – Biasi – Savio – Rinai

Domande?Vuoi installare la caldaia?

contacts

Dove siamo

Via Frascati 46, COLONNA, 00030 (ROMA)

Email

assistenza24roma@gmail.com

Chiamaci

800 58 24 58
0683393877
0662279609
0662208171